Logo Massage Disc
Cerca
Shop Home Chi siamo Site Map Contattaci!

HOME > AUDIO

AUDIO > EFFETTI SULLA QUALITA' DEL SUONO

MASSAGE DISC©
_______________________

AES© AUDIO
_______________

Usi, Consuetudini, Espedienti
Rumori...
Rivoluzionario M|D©
Rodaggio, Forma Perfetta & Sinergia
Funzionamento
Finalità del M|D©
Funzionalità Accertata
Effetti sul Suono



_____________________


AUDIO - EFFETTI SULLA QUALITA' DEL SUONO

Precedente

conseguenti a problemi di varia natura, possono essere "alzati", in modo da linearizzare la risposta.

La risposta verso le
alte frequenze sarà incrementata in quasi tutti i casi, fino al limite consentito dai tweeters.
Ciò grazie alla migliore facilità, controllo, fluidità e velocità di movimento della membrana vibrante dei tweeters, anche vecchi di decenni. L'apporto positivo, però, è anche conseguenza del miglior funzionamento dei componenti e cavi di collegamento, posti lungo il percorso "massaggiato" col M|D©.

La
gamma bassa beneficia in modo più evidente, a causa della maggiore massa della membrana vibrante, ma anche per la sua stessa natura tecnica: fare riprodurre per ore gli 80 Hz, non serve a niente!
Col M|D©
migliorano la risposta ai transienti, smorzamento e controllo; le risonanze spurie saranno eliminate o ridotte drasticamente; etc.. Conseguentemente, migliora anche la discesa verso le frequenze più basse, fin quando consentito dal sistema hi-fi, in particolare dai diffusori acustici. Un'altra conseguenza è quella di una maggiore sensazione di pulizia e trasparenza, nonché della veridicità timbrica.

8.7 Incremento della micro e macro dinamica

Un altro effetto positivo, è la sensazione di avere eliminato i freni nella riproduzione della musica.
Il sistema audio suona più fluido, veloce, pronto e dinamico. In pratica, suona con un maggior
senso del ritmo, anche in quei sistemi definiti "piatti". Ciò vuol dire che si rivitalizza, estrapolando più informazioni nei momenti di microdinamica e esaltandosi nei momenti di macrodinamica o picchi orchestrali.

8.8 Incremento dello smorzamento

Altro importante effetto positivo, risiede nell'incremento della capacità di smorzamento, dei singoli componenti e dell'intero sistema audio.

Si tratta di una importante caratteristica, ai fini del miglioramento di tutti i parametri sonori e/o audiofili. Lo smorzamento, infatti, è sinonimo di qualità e determina la differenza tra un sistema audio mediocre ed uno di classe esoterica o hi-end.

L'incremento dello smorzamento, ad esempio, migliora il
silenzio intertransiente, ossia quella microscopica porzione di spazio esistente tra una nota in decadimento e la successiva in emissione, rendendolo più aderente alla qualità della registrazione. Ciò consente un notevole innalzamento della risoluzione del suono, della percezione del pianissimo, nonché della sua qualità timbrica e selettività.

8.9 Miglioramento della scena sonora

Un altro effetto positivo è il notevole incremento della spazialità e della percezione degli strumenti presenti all'interno del palcoscenico sonoro.

La spazialità è decisamente più ampia, rispetto che in precedenza, anche con sistemi che si crede perfettamente messi a punto. L'incremento è tale da travalicare il perimetro delimitato dalle pareti del locale di ascolto, rendendo più evidente e palpabile quella sensazione di udire il suono "librarsi nell'aria", libero da vincoli fisici dei diffusori ed ostacoli, quali quelli generati da attriti e dissipazione.
Tutto ciò consegue risultati straordinari.

8.10 Eliminazione o drastica riduzione delle criticità ed impuntature

Il Massage Disc© può anche essere utilizzato per produrre un miglioramento selettivo, in alcuni settori o frequenze, in cui si crede che ci sia un particolare problema, quali impuntature e/o criticità, che generano: 

  • microrisonanze; 
  • micro-picchi nella risposta in frequenza; 
  • lentezza ai transienti; 
  • rigonfiamenti;
  • difficoltà nello sviluppo sonoro (comportamenti goffi);
  • eccetera.

8.11 Tempi di assestamento

Dopo avere, ad esempio, effettuato un ciclo di "massaggi", magari in funzione di
preriscaldamento, occorre attendere almeno mezzora di ascolto della musica, prima che il sistema audio funzioni con le sue massime capacità.
Se si effettuano, invece,
più cicli consecutivi di "massaggi", occorre attendere almeno 45 minuti. Sono queste, ulteriori testimonianze sulla sua effettiva funzionalità!

8.12 Una risposta fulminea

Molti credono che incrementando al velocità di trasmissione e trasformazione, si peggiori la qualità del suono, specie per coloro che non desiderano un suono veloce.
Si tratta di un
problema inesistente. Infatti, il miglioramento della velocità di trasmissione e trasformazione del flusso di energia elettrica e del segnale audio, consente di ridurre la dissipazione e di generare distorsioni.
Il suono, quindi, non diventerà più veloce, che sarebbe impossibile, ma più naturale, preciso, ricco di armonici, eccetera, tutti fattori che vengono dissipati e/o distorti.

Un lettore, ha definito questa caratteristica, unica e sola del M|D©, come "guizzo vincente".
Ciò perché l'incremento della qualità del suono è il frutto dell'incremento dell'efficienza e velocità di trasmissione e trasformazione del flusso di energia elettrica e del segnale audio. Queste incrementano notevolmente la sua facilità e rapidità di risposta, in unione al naturale innalzamento dello smorzamento.
Tutto ciò consente di percepire chiaramente un suono di una qualità inusuale rispetto allo stato antecedente ai "massaggi".

8.13 La naturalezza della percezione sonora

Il notevole equilibrio con cui viene effettuata la AES©, consente al suono di essere migliorato ed incrementato nella sua qualità, di essere ben apprezzato dal nostro cervello, al punto tale da soddisfare pienamente l'ascoltatore, liberandolo dalle ipocondriache manie audiofile. Ciò perché il miglioramento e l'incremento NON sono frutto dell'artificiosità (come avviene, ad esempio, utilizzando gli anelli di ferrite), ma di un processo che rende l'evento riprodotto più simile a quello reale, ossia aderente alla qualità della registrazione.
Infatti, il primo acquirente che ci ha inviato le sue prime impressioni, ha specificamente parlato di "Estasi del Massage Disc©".

Etcetera...



EFFETTI SULLA QUALITA' DEL SUONO

Dal 2012, anno della sua invenzione, è stata accumulata una notevole quantità di informazioni, relative sia alla sua
funzionalità, che agli effetti che il Massage Disc© produce sulla qualità del suono.

8.1 In generale

Non esistono restrizioni o limiti su ciò che può essere migliorato, con riferimento a tutte le categorie sonore audiofile, ossia:

  • naturalezza;
  • emozionalità;
  • armoniosità;
  • musicalità;
  • trasparenza;
  • ricchezza armonica;
  • dettaglio;
  • contrasto;
  • selettività;
  • tridimensionalità della scena sonora;
  • separazione degli strumenti all'interno del soundstage;
  • dinamica;
  • pianissimo o suoni soffusi;
  • eccetera.

L'energia elettrica ed il segnale audio fluiscono meglio e, conseguentemente, la dissipazione si azzera e/o si riduce drasticamente, come tutte le forme di distorsioni.

Si incrementano le
estensioni, sia in gamma bassa, che in quella alta. Abbattendo le risonanze e distorsioni varie, viene migliorata la linearità della risposta in frequenza dell'intero sistema audio. Migliora anche lo smorzamento e, quindi, il controllo sul segnale audio e si incrementa il silenzio intertransiente, svelando i particolari più soffusi. E così via fino all'esaurimento dei possibili esempi.

8.2 Impossibile peggiorare il suono

È praticamente e tecnicamente, impossibile peggiorarne la qualità sonora di un qualsiasi sistema audio, né tanto meno creare un suono strano o non gradito o altre fantasiose ipotesi negative.

Col M|D©, viene resa più evidente e palpabile quella sensazione di udire un suono

"più naturale, armonioso, musicale, emozionante e ricco di armonici, libero di librarsi nell'aria privo di vincoli"!


Ciò succede in qualsiasi sistema audio,

"lasciando invariate le caratteristiche peculiari e la personalità del sistema audio, tanto gradite dal suo possessore".


In sostanza,
la qualità del suono viene sempre migliorata ed incrementata, in modo naturale, equilibrato ed in tutte le sue infinite caratteristiche audiofile.

8.3 Eliminazione o drastica riduzione delle distorsioni

Anche se la qualità del suono del proprio sistema audio, prima del trattamento col M|D© fosse timbricamente soddisfacente, esistono una serie di distorsioni, più o meno nascoste, che fanno associare al nostro cervello la riproduzione del suono come artificiosa e poco naturale:
è questo fatto che innesca il desiderio di ricercare un'altra tipologia sonora.

Rendendo più facile far fluire il segnale audio, azzerando o riducendo drasticamente la sua dissipazione, tutte le distorsioni, specie quelle non udibili e/o evidenti, vengono azzerate o drasticamente ridotte. Perciò, il M!D© è in grado di:

"azzerare o ridurre drasticamente, qualsiasi forma di distorsione, generata dagli elementi ostativi, che si frappongono al corretto, efficiente e veloce fluire dell'energia elettrica e del segnale audio".


Tutti i sistemi audio possiedono questi elementi ostativi, che si oppongono al corretto fluire dell'energia elettrica e del segnale audio;
anche quelli che sembrano suonare benissimo.

8.4 Migliore capacità di reazione (guizzo...)

Il suono dovuto ad una cattiva capacità di reazione del sistema audio,
è facile da riconoscere, ma solo da chi utilizza il Massage Disc©!
Questa incapacità o scarsa capacità di reazione, genera
fastidi all'ascoltatore, dovuto ad un suono compresso, artificioso, squillante, isterico, lungo, etc.

Il M|D© migliora sempre e tangibilmente il suono di qualsiasi sistema audio, già dopo il primo ciclo di "massaggi", ma i suoi effetti saranno ancor più evidenti, espletando i cicli di "massaggi", come da istruzioni.

8.5 Una maggiore aderenza alla qualità della registrazione

Esistono registrazioni che riprodotte nei sistemi audio, generano ulteriori distorsioni, che si traducono in fastidi, risonanze o altri fattori negativi.
Grazie alla AES©, eliminando o riducendo drasticamente la gran parte degli elementi ostativi che generano alterazioni al corretto, efficiente e veloce fluire dell'energia elettrica e del segnale audio, transitante all'interno dei sistemi audio. Così azzerando o diminuendo drasticamente la loro stessa dissipazione in calore, viene
rispettato maggiormente il contenuto e le proprietà del segnale audio.

E così che si evita di disperdere il contenuto del segnale audio, riproducendo il suono con maggiore naturalezza e qualità o, per lo meno,
più aderente alla qualità della registrazione, poiché non si generano variazioni dell'equilibrio del contenuto del segnale audio. Variazioni che portano alla esaltazione dei difetti della registrazione e/o alla perdita di qualità.
Al punto da arrivare, in certi casi, a riscoprire e
rivalutare piacevolmente tanta musica o certe straordinarie registrazioni della GRP. 

Tutto ciò avviene grazie al M|D©, senza sostituire qualche componente del sistema audio, né di apportarvi modifiche fisiche; per di più ad un costo irrisorio.

8.6 Linearizzazione ed ampliamento della risposta in frequenza

Linearizzando ed ampliando la risposta in frequenza del sistema audio, si migliorano le sue prestazioni tecniche/sonore.

Ad esempio, se si tratta di
picchi nella risposta, dovuti a problemi di vario genere, secondo l'entità del problema, questi vengono smussati o eliminati.
Gli
avvallamenti nella risposta, invece, se

Fine

Home | Audio > Effetti sul Suono > Audio


Francesco Piccione | Massage Disc© | All Rights Reserved ® | Copyright © 2012/21